LETTORI FISSI

domenica 8 novembre 2015

CAMBIAMENTI D'AURORA






Quando spunta l’aurora
premono domande sottopelle
come germogli nuovi
tranquilli e invincibili
mi entra l’odore di  terra
il nome del Santo
il suono del fringuello
la gioia dei cambiamenti che dona brividi.

Sui vetri si impiglia il colore rosa
raggi sfumati  di pesco  e viola,
un esile confine che separa dal  freddo della notte.
Nel mio profondo
svanisce ogni sogno a un  concreto chiarore.

Spezzati in un cassonetto
riposano rami  e foglie dal ciclo concluso.
Occorre potare  alberi e desideri  prima dell’inverno
rinchiudere promemorie.

Nell’autunno piumato di rosso
il cuore discorre del poi
delimita confini  chiari
e nuove avventure…