LETTORI FISSI

lunedì 5 ottobre 2015

TRAIETTORIE




Un  polso malfermo
dirige una traiettoria rabbiosa.
La mosca è posata sul miele
anche lei
pare meditare la sua ombra
zampette levate, stranamente immobili
quasi a pregare
senza nessuna scossa
assente il movimento frenetico di soddisfazione
che la contraddistingue
visto infinite volte su appetitosi sapori.
Non vola più,
in casa aria pesante , infetta.

Un veleno inalato ogni giorno,  rallenta i riflessi
come il bicchiere di vino bevuto in fretta
che arrossa il naso e forse anche l’anima
di qualcuno che un tempo si è amato...

Entrambe, inebetite
teste dai mille occhi e cuore a spicchi perduti
si fissano riconoscendosi,
piccole
fastidiose creature  incompatibili
non si girano, non sentono il sibilo di morte che incombe
indifferenti fra l’indifferenza
Vicina è  la mano che singhiozza colpi di rimbombante dolore
ma nessuno, nemmeno la mosca lo ode
sono quasi allineati lo stupore inebetito
e la mano crudele e assassina…

Posta un commento