LETTORI FISSI

martedì 3 novembre 2015

DRAMMI POSTUMI primo novembre







Sulla pallida seta di un fungo
riposa l’ultima vanessa di novembre.
In una strana intesa vibrano fragilità
e rinascita.

Nel sentiero d’autunno
orme profonde
litigano con tenaci fili d’erba.
Come fantasmi vegetali
in superficie risalgono anime dimenticate.

Con quanta parzialità agisco!
Con alcuni
uso infinita crudeltà
e li uccido più volte cercando di scordarli
e sono loro i più amati
i miei specchi ingialliti dal tempo.

La malinconia
suggerisce drammi postumi di amori vissuti.
Di altri,
resuscitano solo leggere e tiepide forme…

2/11/15
Posta un commento