LETTORI FISSI

venerdì 21 febbraio 2014

LA CAVA DI SABBIA





LA CAVA DI SABBIA

Isolata,  generata in curva, scavata
ha pareti fragili la cava  e sostegni di radici
(il fiume a volte disegna anse di vita
cerchi quasi perfetti, pentendosi   verso la fine
fuggendo  a sinistra…)

Lei tace,  ascolta il canto dell’acqua
ali che passano veloci
osserva incantata il movimento verde del bosco
e si crogiola al sole che svela  e riscalda
le sue  piccole infinite pietre nere.

E quando  un mostro con il potente  braccio d’acciaio
la scava, toccandola prepotente
lei non resiste, offre  ogni granello
(vezzo atavico, sottomissione ).

Si crede utile
sa che costruirà durature alchimie
con ogni sua cellula, sa che cambierà forma
sa che innalzando granelli abbracciati al cemento
non sarà dimenticata
e questo l’appaga molto.

Lei composta da materia inerte
spesso diventa casa,  pietra, rifugio
raccoglie e protegge  ogni vita
in silenzio.
La voce del  vento non può fare molto per lei
che si inumidisce alla brina
e si spezza al sole e al gelo.
Troppo scavata e così profonda,
troppo  isolata.
Cava, nome singolare femminile
di una cosa…

http://www.scrivere.info/poesia.php?poesia=343020

11 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie Arnaldo, gentilissimo! a presto.

      Elimina
    2. Volevo commentare la tua bellissima poesia, ma non ci riesco, nè sul blog nè su Google, chissà perchè...Misteri del web.

      Elimina
  2. La cava è molto utile e sottomessa a parecchi padroni che periodicamente hanno bisogno delle sue pietre o della sua sabbia che le intemperie e l'acqua trasformano. Molto bella questa tua lirica, che porta riflessione ed acuta nel sottolineare che il nome cava, al femminile, sia sempre sottomessa come ogni genere femminile che dimora nell'universo. Molto bella e riflessiva, l'ho molto apprezzata. Brava Rosanna!
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho scritto questa poesia ispirata da una mia passeggiata lungo l'argine del Fiume Po: c'era una cava di sabbia completa di macchinari enormi e ai piedi di un bosco che cantava al vento...l'analogia con la donna mi è apparsa subito...grazie per l'attenzione, sei gentilissima.

      Elimina
  3. Un'ispirazione dell'attimo, in un particolare luogo, ove tutto rende molto significative sfumature di vita, che si delineano in modo perfetto a concetti profondi dati dalla consapevolezza.
    Versi molto apprezzati
    Buonanotte, mia cara e un bacione, silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando passeggio ritrovo il mondo e l'umanità in ogni cosa...grazie Silvia, per la tua attenzione, un abbraccio.

      Elimina
  4. Impressioni di attimi nell'animo sensibile smuovono sensazioni e riflessioni di particolare profondità.
    Ho apprezzato la tua lirica.. anche per la particolare analogia della cava con la donna...molto bella.
    Passa un buon fine settimana, Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania, gentilissima come sempre! Ti auguro un buon fine settimana. A presto.

      Elimina
  5. Rosanna, desejo para você uma excelente semana, agradeço a sua presença em minha página.
    Bela postagem esta, e a fotografia também ficou excelente, arte digital, muito bom!
    Um grande abraço!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Luciene, gentilissima, buona settimana a te!
      rosanna g.

      Elimina