LETTORI FISSI

mercoledì 13 giugno 2018

DISSOLVENZE IN NERO




In dissolvenza incrociata
l’ultimo lamento si confonde col primo vagito
spirale immortale di vita, onde
che si allargano inarrestabili nell’universo.

E’ presente in ogni istante la morte d’estate
piccole ali, piccoli cuori
sfidano ebbrezze di libertà assolute
comportamento frattale
di una umanità ansiosa di estasi.

Uno schiaffo all’aria e la mosca cade
un passo in più e muore la formica
un bicchiere di troppo e la vita sembra migliore
fino alla prossima curva.

Quelli muoiono tra zampironi e vape
gli altri deformando l’argento opaco
di un guard rail che li attira.
Sonnecchia la morte in attesa
di regalare l’ultimo brivido
nel mistero della nostra esistenza
in bilico tra incoscienza e certezze immanenti.

Si perdono così i figli
In uno schianto di cuore e metallo nero
tra il sudore di effimere attese
e l’ostinato silenzio delle stelle...

Posta un commento