LETTORI FISSI

lunedì 8 gennaio 2018

Adesione invincibile


Da bambina sfidando il gelo andavo per muschio.
Il più compatto in  adesione invincibile era sulle tegole, una  distesa vasta vicino al cielo dalla quale estrarre  colori verdi e abbozzi d' acqua.
Bastava poco allora per  giochi e desideri eternamente uguali.

Il coltello staccandolo ne conservava la forma, delimitava un  lago che a  volte era uno specchio rotto
ed  ero felice,  quando la neve intorno si scioglieva in statue piccole e strane, e affascinata quando  qualcuna quasi tutta nera dolorava pose impossibili.

Ora nei  discorsi col tempo, sfumati  da  atmosfere rosse beneauguranti, ricordo volti, abbracci e palpebre inzuppate d’ombre per germogli appuntiti  tra radici scoperte e piene di nodi, ma il muschio  ha ancora piccoli fiorellini bianchi indomabili come la speranza...
Posta un commento