LETTORI FISSI

domenica 23 giugno 2013

FREQUENZE DI VITA







È un altro giorno: accendo la radio
mi sintonizzo su frequenze di vita
un gracchiare di voci
onde sonore e visioni
si rincorrono, accavallandosi.

Io attraverso i tuoi occhi
ho visto attimi d’ombra
diventare liquefatta luce
trasparenze
farsi solido marmo
e non ho mai chiesto ai sogni
di stare in silenzio
o agli occhi di abbassare lo sguardo.

Ho lasciato ribollire il sangue
Per  incanti,  gioie imprevedibili
E per l’odio
di offese incancellabili.

La vita è  una fiamma
ancora accesa
nello sciogliersi di nubi oscure
e nell’ascolto di venti furiosi
mi ricorda
che  il mondo  è  piccolezza in movimento
e tutto è solo polvere
che oggi
è ancora il canto di ieri
e forse resterà quello di domani…