LETTORI FISSI

domenica 4 settembre 2011

E' LA LUNA GIUSTA



E’ LA LUNA GIUSTA
 Ho saputo aspettare
fino alla più insana indifferenza
ho ricamato trame su carta di riso.
Qualcuno mi aveva venduta
nel frattempo, senza denari
senza un  sorriso.
E' la luna giusta
stasera lo uccido
sarà interrato a fondo
sotto cespugli di pungitopo
solo bacche rosse  saranno il segnale.
Luna nuova a settembre
potatura di alloro
sgombro la fronte da vecchi linguaggi.
Raccoglierò funghi e uva bianca
sarà vendemmia nuova.
Stasera nella terra profonda interro l'orgoglio
e in primavera taglierò i suoi germogli.

2 commenti:

  1. Suggestione e originalità in un'intensa lirica che lascia trapelare particolari stati d'animo, su
    cui posare pensieri...
    Lirica molto apprezzata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la tua attenzione, Silvia! buona giornata!

      Elimina