LETTORI FISSI

venerdì 1 maggio 2015

IL LUPO


























Appoggio la schiena alla parete grigia
d’un lettino asettico
respinta dalle tue mani
che premono sul mio petto
lasciando impronte profonde, togliendomi il fiato.

Cerchi la vena da succhiare
procuri tremiti che annullano raziocinio e volontà
le mie braccia assenti avvolgono l’oltre
mentre le tue dita scivolano bollenti
indugiano nei pressi di un ombelico contorto
residuo d’altri mondi.

I battiti nel groviglio d’attese, aumentano
la mente segue un volo imperfetto
mentre io intuisco la fame del lupo.
Poesia e pensiero si contrappongono
nemici da sempre…



http://rosannagazzaniga.scrivere.info/index.php?poesia=383954&t=Il+lupo