LETTORI FISSI

martedì 4 febbraio 2014

MILLE LUCI (ricordare)



Dipinto di Dante Gabriel Rossetti - Mnemosine


Mille luci per la dea Mnemosine
un moscerino nero vola su un foglio bianco
un uomo cammina assorto
con una camicia lieve, a mezza manica:
tra le pietre di un sepolcro, ruderi
antichi mosaici bicolori
libri aperti dimenticati su una panca.

La statua di metallo
ha una pietra al centro della fronte
lacci a braccia
che fermano mani a pugno sugli occhi.
C’è il secco del sale alle sue spalle
e il sole di fronte.

Il giudice è vinto, la memoria risorge
si prega nel rito
vuoto da condividere
mentre un microfono restituisce identità
a sguardi malinconici
e il futuro sembra ancora accessibile
tra paradigmi di buio…