LETTORI FISSI

martedì 18 febbraio 2014

Assecondare la pioggia di rosanna gazzaniga (Impressioni)







ASSECONDARE LA PIOGGIA

Un viso serio  racconta di nervi deviati
ascolti ovattati;
gocce  scrosciano decise in giardino
lingua di nube nera
che decide il momento nitore.

L’ombrello è troppo piccolo
sul  capo pioggia fastidiosa, intensa
capelli incollati invocano un poco di sole
mentre qualcun altro, ora
la venera  morendo di sete.

L’acqua scende copiosa
(ho riempito un secchio in un minuto)
non so come farò ad asciugarmi in fretta
però nel fango semi di ogni tipo germogliano…
(anche la speranza.)

Dovrò seguire la consuetudine
assecondare l’istante, incanalare acqua piovana
accertare che si disperda
in un pozzetto di duro cemento
scaricandosi a  diluire acque putride
lasciando il terreno meno fangoso
quasi asciutto  ad attendere il sole…

Domani nasceranno altri fiori
ma tu dimmi, come fai a non essere
bagnato?

 
Assecondare la pioggia di rosanna gazzaniga (Impressioni)