LETTORI FISSI

domenica 21 aprile 2013

AL MARE


Mi sono stesa sulla sabbia
nuda, affamata, segreta.
Ho ascoltato una voce
liberata dal ritmo d’onda
ho dormito, il sole addosso
dentro il vento
ai piedi la vita
che mi lambiva appena
appena.
Ho atteso pacificata
che arrivasse il tramonto
le sue impronte, lievi
ancora calde:
la terra e l’acqua
mutano lente.